Farmacie, il caso Friuli
Nel Friuli il ricorso contro una decisione regionale ha indotto i giudici del Tar a proporre questioni di legittimità costituzionale. Il fatto non è sfuggito a Silvio Boccalatte, dell'Istituto Bruno Leoni, che ne tratta in un breve pamphlet…
Nel Friuli il ricorso contro una decisione regionale che autorizzava nuove farmacie in deroga alle limitazioni demografiche, ha indotto i giudici del Tar a proporre questioni di legittimità costituzionale. Il fatto non è sfuggito a Silvio Boccalatte, dell'Istituto Bruno Leoni, che ne tratta in un breve pamphlet. Secondo i giudici Tar non è sufficiente che già esistano farmacie raggiungibili da strade larghe o che siano collegate con bus; chi non ha auto o è in condizioni disagevoli di salute, sarebbe penalizzato nel diritto alla salute (art.32 Costituzione). La Suprema Corte ha rigettato il ricorso, giustificando però deroghe al puro criterio demografico. "Antimercato", la chiosa di Boccalatte.

Da La Repubblica, 3 luglio 2008
Privacy Policy
x