Come funziona la sanità americana: un nuovo Occasional Paper IBL
La sanità americana è davvero il colabrodo descritto da Michael Moore? Quali sono i pregi ed i difetti di un sistema basato sul modello assicurativo? Fino a che punto gli Stati Uniti hanno realmente un sanità di mercato…
La sanità americana è davvero il colabrodo descritto da Michael Moore? Quali sono i pregi ed i difetti di un sistema basato sul modello assicurativo? Fino a che punto gli Stati Uniti hanno realmente un sanità di mercato, e quanto invece la loro industria della salute non subisce condizionamenti e pressioni analoghe a quelle che si riscontrano negli Stati sociali europei?

Il tema è al centro del nuovo "Occasional Paper" dell'Istituto Bruno Leoni: "Come funziona la sanità americana", di Grace-Marie Turner (liberamente scaricabile qui). Grace-Marie Turner è Presidente del Galen Institute di Washington, DC, un think tank dedicato alle questioni della salute che ha fondato nel 1995. E' fra gli animatori dell'Health Policy Consensus Group, che riunisce analisti e centri studi che si occupano di problemi della sanità in un'ottica di mercato, e ha curato "Empowering Health Care Consumers through Tax Reform" (University of Michigan Press).

"Grace-Marie Turner è uno dei più ascoltati intellettuali americani su questi temi, e nessuno ha come lei una prospettiva chiara sulla reale situazione della sanità USA", dice Alberto Mingardi, direttore generale dell'IBL. "In un momento nel quale il punto di riferimento su questi temi rischia di essere la spettacolarizzazione cinematografica di Michael Moore, è bene riscoprire l'America per quel che è: anche coi suoi difetti, che coincidono molto spesso coi nostri".

Il nuovo "Occasional Paper" dell'Istituto Bruno Leoni, "Come funziona la sanità americana" di Grace-Marie Turner, è liberamente scaricabile qui (PDF).
Privacy Policy
x